Vincotto di fichi: la ricetta della tradizione.

 In Dinamo

Si dice sia un prodotto antichissimo, la cui ricetta si tramanda da generazioni ed è il vero protagonista del Natale.
Parliamo del vincotto di fichi, uno sciroppo denso e gustoso, utilizzato per arricchire preparazioni, come ad esempio le famose cartellate o i sassanelli, due dei tanti dolci tipici natalizi in Puglia.

Per preparare il vincotto, è necessario raccogliere i fichi ad agosto, per poi seccarli al sole d’estate e conservarli in sacchetti di stoffa.
In inverno, poi, quei fichi vengono utilizzati come base per il vincotto, che necessita di una lunga preparazione.

vincotto di puglia tasteandgo

Gli ingredienti per preparare il vincotto.

  • 5 kg di fichi

Il procedimento.

  1. Tagliare i fichi (secchi o freschi) e ricoprirli con abbondante acqua, lasciandoli cuocere in pentola fino a ridurli in poltiglia.
  2. Versare il composto bollente in un panno, richiudendolo come a ricreare una sacca da pasticceria.
  3. Strizzare il panno, facendo uscire il liquido in eccesso e riporre il liquido in una pentola d’acciaio.
  4. Cuocere il liquido per 2 ore circa, mescolando di tanto in tanto con un mestolo di legno, fino a quando il composto diventa denso.
  5. Lasciare intiepidire il liquido e versarlo in bottiglie di vetro a chiusura ermetica.

Per la conservazione del vincotto.

Per conservare il vincotto, basta lasciarlo sottovuoto, coperto da un filo d’olio. In questo modo, il vincotto può durare anche anni, custodito in dispensa, in un luogo asciutto e fresco.

Vuoi imparare a preparare alcuni patti tipici pugliesi e divertirti in compagnia? Non perdere le cooking class di Taste&Go.

Recent Posts